Estratto (#492)

492

Terra che disegni i miei confini,

dove la mia natura vuol fuggire.

E così m’infrango voglioso di quella libertà che mi si nega

ma che mi spinge in ognuno dei miei giorni,

in ognuno dei miei momenti,

a cercar riparo fuori da questa prigione

che altri han ordito per me.

E mi divido in ogni istante dalle mie sorelle in questa prova

per cercare un anfratto in quella terra che mi ospiterà,

finché l’arsura non mi annullerà

ricordandomi che il mio tempo è finito,

che devo tornare al cielo.

Un giorno tornerò dalle mie sorelle,

un giorno tornerò…

e sarò di nuovo mare.

Così è stato, così è,

così per sempre sarà.

 

Estratto (#461)

461

Troppa luce amica luna.
Finora mi sei stata propizia…
ma nasconditi un poco ora,
che la mia pudica amata s’intimorisce
nel mostrarmi le sue più golose delizie.
Lascia che l’ami alla luce delle più delicate stelle.

Estratto (#357)

357

Donatevi,

vendetevi ma non svendetevi,

perché a svendervi vi sanguinerà il cuore e la testa.

Piuttosto donatevi,

o vendete il vostro amore per nuovo amore,

ma solo quello!

E non risparmiatevi,

perché con il gettone di presenza

non si conquista il Paradiso.

Date tutto di voi stessi a chi veramente vi ama,

a chi veramente vi bisogna,

perché cos’è l’amore se non bisogno.

Chi vi ama vi bisogna, non ne può fare a meno di voi.

E se ve lo dice una volta

non pretendetene una seconda,

perché chi vi ama non merita lo sfregio.

Chi vi ama

non merita solo la vostra ammirazione

ma anche il vostro rispetto,

e soprattutto la vostra fiducia.

E la fiducia ve la dovete far conquistare

con il (vostro) rispetto e con l’indulgenza.

Perché a sua volta dovrà fidarsi lui…

e come si può fidare se non gli fasciate i piedi,

se non gli dite “io sono qui e ti capisco,

e le tue debolezze non mi spaventano,

i tuoi peccati non mi allontanano,

perché sei pur sempre un uomo

… ma io so che il tuo cuore è nel giusto.”

E allora donatevi all’amore

perché non vi è rarità più preziosa a questo mondo,

oggi… e per sempre, dominio dell’avidità dei perdenti.

Siate i primi, e vedrete che non sarete gli ultimi.

Estratto (#332)

332

Dolce notte Amore mio,

sappi che l’uomo Tuo ti ama sempre,

che l’uccello me lo strapperò

così non lo dovrai più temere,

che l’Amore ti sarà sempre manifesto

finché la gelosia non mi porterà via da te,

poiché l’indifferenza avrà di nuovo vinto;

perché tu sei la verità del cuore mio.

Godimi, e non mi far mancare le tue tenerezze

che sono importanti, tutte.

Perché tu tanto vali

… perché io ti ho scelta tra tutte;

così come sei.

Il mio uccello non esiste più, esiste solo la mia lingua;

ti farò godere con lei sola, purché tu sia serena.

Sei la mia cucciolina,

piena d’odio… e non ne conosco il fine;

perché quest’uomo ti ha veramente amato.

Lui ti ha veramente amato,

e l’Amore si addormenta ma non lascia il cuore,

e basta un sorriso dei tuoi occhi per comprenderlo.

E i sogni… che siano sereni, avvolta nel più sacro abbraccio

che la tua bugia mi nega.

Ma quanto a lungo vorrei che quei baci

e quegli abbracci durassero;

perché non vi è luogo dove non mi perda,

aldilà della tua bocca e delle tue braccia.

Riposa anima mia, riposa mio Amore.

Estratto (#275)

275

Io conosco tutte le tue parole,

quelle dette e quelle no;

io ti conosco come nessuno,

mi sei chiara.

Anche ciò che celi

… anche le scomode verità

che non ti sei mai permessa di rivelarmi;

io le so tutte.

Io non voglio nessuna promessa

… io voglio lordarti del mio sperma,

quello è il mio collegamento.

Le promesse si rompono tutte,

le promesse le romperai tutte.

Io necessito del mio collegamento, quello mi rasserena;

che tu lo capisca o meno non ha alcun peso.

Ciò che importa è il mio bisogno, non la sua comprensione;

esattamente come per il tuo

… compresa o meno non ha alcuna importanza;

ciò che conta è che tu per qualcuno esisti,

che non sei una comparsa

… ma l’unica protagonista.

Estratto (#258)

258

Il cuore mio le ho offerto,

ma non l’è servito.

Così la mia vita si è presa

… i miei secondi,

i miei giorni,

le mie speranze,

la mia volontà;

e non l’è servito.

Così la mia felicità si è presa

… ma in un impeto di pietà

me l’ha resa in parte.

Il fiume l’ha restituito in gocce,

una alla volta

… forse per paura d’affogarmi.

Ma di goccia in goccia non si placa la sete…

si martoria l’assetato,

che pur seguita a deliziar la serva

… con la sua fede

e la sua voglia.

Estratto (#234)

234

Anche se avrei un gran bisogno di essere sanato

ho passato tutta la mia vita a sanare; una vita da ombra.

Ma le ombre

… non sono mai veramente apprezzate da alcuno;

ti seguono e ti sostengono non viste;

capita che ti volti e la scorgi,

la guardi, ti rivolti e continui a camminare.

L’ombra è scontata,

l’ombra è sempre lì che ti accompagna nel tuo viaggio;

si nasconde ai tuoi occhi e poi improvvisamente riappare;

la guardi di nuovo,

un’occhiata veloce per sapere che c’è,

e poi ti rivolti sereno

e seguiti a camminare.

Estratto (#208)

208

Non posso seminare solo petali di rose Amore mio,

non è questa la Vita.

La Vita è amore,

è sofferenza,

è sbando;

la Vita è anche perdersi per poi ritrovarsi.

Io ti ho sempre riagguantata;

ti ho vista distratta,

ti ho vista perderti

… e allora ti ho sempre scossa!

E allora per una volta cerca di essere forte anche tu,

e cerca di capire che niente è facile;

niente di ciò che conta è facile

… eppure conta.

Estratto (#124)

124

L’Amore non ha fine;

non siamo in grado di mutare i sentimenti,

semmai ne possiamo aggiungere di nuovi.

Allora se anche solo una volta ti ho detto “ti amo”,

significa che t’amerò per sempre.

Ma se mi hai deluso

sappi che anche quello è un sentimento permanente.

E se non vieni più cercata,

o se non mi nascono più le parole di prima,

non è perché cianciavo di giorno e di notte;

è piuttosto perché altri sentimenti

hanno prevalso sull’Amore,

e questi è stato spinto via

in un angolo più remoto della mia coscienza.

Mutiamo continuamente

ma l’Amore non muore,

l’Amore si adagia sul piano dei ricordi;

e là capita che si muova, perché vive…

l’Amore è vivo.

E capita che si faccia strada tra gli altri sentimenti

e ritorni primo attore del mio presente.

Capita, ma non è sempre così;

a volte si adagia… e non torna più.

Estratto (#103)

103

Dormi Amore,

chiudi gli occhi

mentre ti bacio teneramente le tempie;

no, dormi Amore,

chiudi gli occhi ora che ti bacio il nasino,

non guardare;

saggia le mie labbra

mentre sfiorano gli occhietti tuoi belli;

seguimi,

mentre ti carezzo le labbra con la mia lingua;

non aprirli, non servono,

sto parlando alla tua pelle;

parlerò a tutta la tua pelle.

Forse oggi riuscirai a comprendere il sentimento taciuto,

le emozioni inespresse;

forse capirai.